Slow Fish «pesca» i ministri del Mediterraneo

Riunire a Genova nel 2009 i ministri dell’ambiente del Mediterraneo per riflettere sui temi del mare. È l’obiettivo che persegue la Regione Liguria e ad annunciarlo è stato ieri il presidente Claudio Burlando presentando la terza edizione di Slow Fish, il salone del pesce sostenibile allestito alla Fiera dal 4 al 7 maggio. «Vogliamo promuovere la pesca ma con grandissima attenzione alla salvaguardia della specie, all’equilibrio biologico, alla biodiversità - ha dichiarato Burlando illustrando a Genova l'iniziativa già presentata alla Bit di Milano -. Slow Fish non è solo una fiera o un momento gastronomico o turistico: è tante cose insieme, è anche un momento di riflessione sulla difesa dell’ecosistema del Mediterraneo. Noi vogliamo cercare di aprire un faro su questo mondo per riflettere su alcuni aspetti, primo fra tutti la qualità del mare, che è un grande tema politico». L’edizione 2007 di Slow Fish si terrà nel padiglione C dell’area fieristica. Quella successiva, nel 2009 (Slow Fish si tiene negli anni dispari, in alternanza al Salone del Gusto di Torino che si svolge negli anni pari) sarà ospitata, come ha spiegato il presidente della Fiera di Genova Paolo Lombardi, nel nuovo padiglione B disegnato da Jean Nouvel, «20.000 metri quadri di cristalli affacciati al mare». Obiettivo di Slow Fish è quello di diffondere una gastronomia del pesce corretta e funzionale alla tutela delle risorse ittiche.