«Sly» di certo non fa annoiare

JOHN RAMBO
Fragorosa mattanza, zeppa di teste mozzate e arti dilaniati, scritta, diretta e interpretata dall’incartapecorito Sylvester Stallone. L’ex berretto verde stavolta si catapulta in Birmania per salvare dal feroce regime militare un manipolo di candidi missionari. Il protagonista mantiene il ghigno truce mentre scocca frecce o spiana il mitra, facendone personalmente secchi ottantatre. Un’ora e venti che vola via tra qualche sghignazzo, ma di certo non annoia.