S.Maria delle Grazie riapre la Sagrestia costruita nel 1500

Apre al pubblico la Piccola Sacrestia del convento milanese di Santa Maria delle Grazie. È un prezioso gioiello rinascimentale finora rimasto chiuso e al cui restauro viene dedicata anche una mostra, allestita nell'adiacente chiostro bramantesco, aperta gratuitamente al pubblico a partire dal 7 giugno al 30 settembre (tutti i giorni dalle ore 8.30 alle 12 e dalle 15.30 alle 19). Dopo circa 15 mesi di lavori, sarà possibile visitare, per la prima volta, la Piccola Sacrestia e ammirare i risultati dell'intervento di restauro.
Adibita da anni a deposito e in evidente stato di degrado, venne realizzata durante i lavori di ampliamento e decorazione del convento tra la fine del 1400 e l'inizio del 1500.
L'interno presenta limpide forme rinascimentali ed è caratterizzato da una rigorosa articolazione geometrica, con cornici, tondi e riquadri, mentre gli affreschi che ornano le pareti e ritraggono le figure dei Santi più rappresentativi dell'Ordine domenicano, affiancati da serie ordinate di motivi floreali, sono stati recuperati e valorizzati. Durante i lavori, nascosto da un armadio, è stato rinvenuto anche un frammento di dipinto murale raffigurante una «Madonna con Bambino» databile agli inizi del 1500 e di ambito leonardesco.
Per tutte le opere di restauro e in particolare per questo frammento pittorico sono state utilizzate indagini diagnostiche di altissimo livello tecnologico, in considerazione anche della particolare valenza religiosa e storica. Il restauro - come anche la realizzazione della mostra - è stato interamente sostenuto da Grandi Stazioni, a testimonianza di come pubblico e privato operando insieme nel rispetto dei propri ruoli, possano giungere a risultati di grande valore.