Smartphone, dunque sono: così in dieci anni tutto è cambiato

Da semplice cellulare a coltellino svizzero dell'uomo tecnologico: contiene la nostra vita, ci permette di fare foto, di prenotare viaggi, adesso anche di usarlo come carta di credito. E siamo solo all'inizio...

Mark Perna

Cinque miliardi e 200 milioni di persone hanno un cellulare, ma le sim in circolazione sono addirittura 7,6 miliardi. Basta questa fotografia scattata dall'ultimo Mobility Report di Ericsson per capire come lo smartphone abbia cambiato radicalmente la nostra vita. Nella vecchia Europa il tasso di penetrazione della telefonia mobile è addirittura del 124% e nel primo trimestre di quest'anno si sono aggiunti 43 milioni di utenti in India, 24 in Cina, 9 milioni in Africa, 3 in Nord America. Nessuno può più rinunciare al cellulare: lì dentro ci sono i nostri ricordi, i nostri contatti, i soldi, il divertimento, il lavoro, le relazioni.

Eppure non era così solo 10 anni fa. Sono bastati due lustri da quando Steve Jobs ha presentato il primo iPhone (era il 9 gennaio 2007, poi debuttò il 29 giugno, ovvero giusto 10 anni fa ieri) per accendere la miccia di una rivoluzione esplosiva: il cellulare aveva iniziato a modificare l'interazione delle persone già su finire degli anni '90, ma è stato lo smartphone a rendere tutto più semplice, ricco e immediato. Oggi comunichiamo con foto e immagini, con dirette live, con videochiamate, coinvolgendo più persone contemporaneamente. Anche l'economia si è trasformata in modo radicale: secondo una stima dell'European App Economy Congress questo genere di business vale solo in Italia l'1,65% del PIL, ovvero 25,7 miliardi di euro. Un dato reso ancor più macroscopico a livello mondiale visto che l'app economy varrà addirittura 57 miliardi di euro entro il 2020. Sono numeri chiari, inequivocabili, ma basta guardare cosa facciamo ogni giorno con il nostro smartphone per rendersi conto di quanto sia cambiato il nostro modo di vivere e lavorare. Passiamo, almeno secondo le stime di Global Web Index, più di due ore tra social e messaging. E con il cellulare facciamo la spesa, prenotiamo le vacanze, leggiamo le notizie, guardiamo le serie tv e i film anche quando siamo in mobilità. La stessa idea di sharing economy non avrebbe potuto crescere senza l'apporto degli smartphone. La camera da letto su AirBnB o il passaggio in auto su BlaBlaCar non esisterebbero senza questo dispositivo.

Ma qual è il reale motivo che ha portato lo smartphone a cambiarci la vita? La risposta è semplice ma non del tutto banale: i cellulari di ultima generazione sono come dei coltellini svizzeri, servono a più cose e stanno comodamente in tasca. Pensiamoci. Sicuramente sono dei telefoni, ma sono anche delle macchine fotografiche, delle videocamere, dei navigatori gps, dei computer e ora anche delle carte di credito. Tutte funzionalità evolute che hanno messo in difficoltà tutti gli altri dispositivi. Emblematico è l'esempio delle fotocamere: secondo i dati di Infotrends quest'anno il 78,8% delle foto verranno scattate con i telefoni cellulari, mentre nel 2016 la vendita di fotocamere è calata del 31,7% proseguendo una caduta libera inarrestabile da tempo. Il concetto vincente del tutto-in-uno ha reso lo smartphone un oggetto irrinunciabile, e tutte le aziende si sono impegnate in questi anni nel rendere questo dispositivo sempre più utile e potente. La misura degli schermi è aumentata sensibilmente ma anche la durata della batteria, le foto sono diventate perfette anche in condizione di luce difficile e i video si possono catturare addirittura in 4K, non c'è nessuna limitazione nel lavorare o giocare in mobilità con strumenti anche di costo medio-basso. Il futuro? Schermi flessibili, batterie al grafene, realtà aumentata e intelligenza artificiale sono i trend tecnologici che cambieranno completamente i cellulari nei prossimi 5/10 anni, offrendo ai consumatori un'esperienza d'uso ancora più evoluta e totalizzante. Aspettiamoci grandi ssoprese e il boom di qualche possibile outsider.

I MODELLI

iPhone 7 Red Edition

Icona di stile ma anche un modo per finanziare la lotta contro l'HIV. Da 909 euro

LG G6

Doppia fotocamera da 13 mpx con ottica grandangolare, per catturare l'avventura: 749,90 euro

Samsung Galaxy S8

Ha l'Ifinity display, ovvero dallo schermo praticamente senza bordi: 829 euro

Motorola Moto X Style

Vanta una fotocamera da 21 megapixel e un display da 5,7 pollici: 350 euro

Meizu M5S

Telefono per tutti e per ogni occasione con prezzi aggressivi e qualità costruttiva: 189 euro

Honor 9

Pensato per i giovani. Ha vetro curvo 3D posteriore che riflette la luce naturale e doppia fotocamera: 449 euro