Smartphone, tablet e videoproiettori È l'Europeo più mobile

Per seguire in Hd Francia 2016 non c'è solo la tv. Ecco tutte le soluzioni per non perdersi le partite anche se non si è nel salotto di casa

Mark Perna

Sarà difficile anche per appassionati più motivati seguire davanti alla tv tutte le 51 partite del campionato europeo di calcio. Le dirette hanno infatti orari comodi solo in parte, perché fatta eccezione per i match in poltrona delle ore 21, quelli previsti alle ore 15 e 18 non si vedranno con altrettanta facilità. Esistono però delle valide alternative agli schermi di grandi dimensioni: lo smartphone ad esempio è una risorsa preziosa per guardare il torneo continentale anche in mobilità. Ovviamente i modelli più indicati sono quelli che dispongono di display di grandi dimensioni, almeno dai 5,5 pollici in su come il nuovo Samsung S7 Edge equipaggiato con un luminoso schermo Super Amoled QHD (2560 x 1440). L'ammiraglia della casa coreana è anche impermeabile, quindi si può utilizzare per vedere le partite persino a bordo piscina per i fortunati che sono già in vacanza. E tra i cellulari extralarge potete prendere in considerazione anche le new entry Huawei P9 Plus e Asus ZenFone Max, sempre con display da 5,5 pollici e risoluzione Full HD. Il P9 Plus vanta un veloce processore con 4 GB di Ram e un reparto fotografico con doppia fotocamera posteriore sviluppato insieme a Leica, mentre lo ZenFone Max si distingue per la durata della batteria: i suoi 5000 mAh di potenza assicurano un uso continuativo fino a 48 ore.

Per chi invece desidera un ideale compromesso tra portabilità e visioni confortevoli la scelta può ricadere tranquillamente sul top di gamma LG G5 con schermo da 5,2 pollici, mentre chi punta su una vera e propria televisione portatile può orientarsi sul nuovissimo Xperia XA Ultra di Sony che raggiunge una generosa dimensione di 6 pollici. Grazie alle app SkyGo e Rai.tv, essenziali per vedere le partite, anche i tablet possono trasformarsi in schermi di tutto rispetto. Tenendo però presente che SkyGo funziona solo su alcuni modelli certificati di Apple, Samsung e Asus, mentre nessun problema si avrà per vedere le 27 partite trasmesse in chiaro dalla Rai.

Così, per iniziare spendendo poco, si può andare sui modelli da 8 pollici come il collaudato Asus ZenPad, ma ovviamente la versione mini dell'iPad rimane un punto di riferimento. Per un vero e proprio televisore potatile ecco il gigantesco Samsung Galaxy View che dispone di un display addirittura da 18,4 pollici in formato 16:9, volendo disponibile anche con la connettività LTE; un gadget perfetto se non fosse per il prezzo piuttosto selettivo. Più competitivo ma sempre con display molto grande da 17,3 pollici, è invece l'Alcatel Xess, facile da trasportare grazie alla maniglia integrata che funziona anche come base da tavolo.

L'ultima categoria di prodotti che merita una menzione tra le possibili alternative ai classici televisori sono i videoproiettori. A farsi largo tra i prodotti a scaffale sono i nuovi modelli ad ottica ultra corda che puntano a rivitalizzare l'intero comparto. «Questa tipologia di videoproiettori, pensati finalmente per gli utenti domestici, possono tranquillamente sostituire un televisore con consti decisamente abbordabili», dice a Roberto Bocchi, channel manager Italia di Optoma, azienda leader di mercato. Il grande vantaggio dell'ottica ultra corta è infatti la capacità di ottenere una superficie di proiezione enorme posizionando il proiettore a poca distanza dal muro. Bastano circa 30 centimetri per ottenere una visione di 100 pollici (2 metri e mezzo di diagonale). Inoltre, la grande maggioranza di questi videoproiettori integrano gli speaker. Quindi modelli come l'Optoma GT5000 o il Philips Screeneo HDP2510 sono delle soluzioni all-in-one che si possono anche portare facilmente a casa di amici per organizzare goliardici «tifo-party».