Smau: tecnologia in mostra con Ibm ma senza Microsoft

da Milano

Una schiera di 445 espositori del settore informatico e delle telecomunicazioni e 120 seminari. Ecco i numeri della 44esima edizione di Smau, il Salone dell’Information and communication technology che si svolgerà dal 17 al 20 ottobre alla Fiera Milano di Rho. Sarà occupata una superficie di 35mila metri quadrati, il 16% in più rispetto alla scorsa edizione. Buona la presenza internazionale, il 19% degli espositori. «Le nostre scelte strategiche - ha detto Giada Michetti, amministratore delegato di Promotor International, che organizza la rassegna - sono state determinanti per rilanciare una manifestazione che negli ultimi tempi aveva perso una caratterizzazione precisa».
Il gruppo Promotor International è stato rilevato in luglio dalla francese Gl Events, un colosso con oltre 3mila dipendenti. «Per noi è una grande opportunità di crescita - ha spiegato la Michetti - per Smau comunque non sono previsti cambiamenti. Anche l’anno prossimo avrà la stessa connotazione orientata al business. Una scelta vincente visto che anche il Cebit di Hannover (la più importante manifestazione europea, ndr) pare orientato in questa direzione».
Quanto alla mancanza a Smau di alcune aziende di peso come Microsoft, l’ad Michetti tiene a sottolineare che «quest’anno sono tornate alcune società importanti come Telecom Italia mentre Ibm non ha mai fatto mancare il suo sostegno».