Smentita Cia: «Non spiavamo Lady Diana»

In un rarissimo commento pubblico sulle sue operazioni di intelligence la National Security Agency americana ha smentito di aver monitorato regolarmente le telefonate della principessa Diana. Secondo indiscrezioni della stampa britannica i servizi segreti americani avrebbero tenuto sotto controllo Diana intercettando le sue telefonate all'insaputa degli 007 britannici. I documenti di cui la Nsa ha rivelato l'esistenza sono quelli che la stessa agenzia avrebbe passato a Scotland Yard per dimostrare, in base alle sue ultime telefonate, che la morte della principessa non sarebbe stato altro che un incidente. Anche la Cia smentisce e liquida come «spazzatura» qualsiasi illazione. Intanto ieri i principi William e Harry hanno annunciato un mega concerto di beneficenza per l'anno prossimo, nel decimo anniversario della morte della loro madre. Il «Concerto per Diana», che prevede tra gli ospiti Elton John, si terrà il primo luglio, giorno in cui lei avrebbe compiuto 46 anni.