Smog, avanti col blocco fino al 2 marzo

Avanti col blocco delle auto inquinanti fino al 2 marzo. Dodici ore di stop forzato, dalle 8 alle 20, sabato e domenica esclusi. Il sindaco tira dritto, nonostante le polemiche dell’Unione che ritiene il provvedimento «inefficace» e i controlli dei vigili «insufficienti». Le multe, dal primo al 13 febbraio (esclusi dunque i weekend), sono state in effetti appena 40 al giorno, 742 in tutto su oltre 13mila e settecento auto fermate. Ma l’assessore al Traffico Edoardo Croci, pur ammettendo che il rimedio non è miracoloso, fa presente che bloccando solo il 15% dei mezzi, ma quelli più inquinanti, ogni giorno si respira nell’aria mezza tonnellata di Pm10 in meno.
Legambiente e Istituto dei tumori intanto presentano un dossier e lanciano l’allarme: «Nel 2006 sono stati 1.575 i decessi causati dall’eccesso di concentrazioni di polveri sottili nell’aria milanese e 675.957 le giornate di lavoro perse per colpa di malattie legate allo smog». I Verdi in Regione chiedono invece a Formigoni di imitare il Piemonte che il 25 febbraio, in occasione del blocco padano, fermerà anche le Euro 4.