Smog e allergie, i bambini milanesi sono i più malati d’Italia

I bimbi di Milano si ammalano molto più che nel resto d’Italia di disturbi legati all’apparato respiratorio. In media 6 o 7 episodi nei primi 3 anni di vita e 4-5 nei successivi. Circa il 30-35% in più che al Centro-Sud o comunque lontano dalle aree metropolitane, e fino al doppio se come pietra di paragone si prende ad esempio una città siciliana. Un brutto record che dipende anche dai livelli di smog. E la combinazione inquinamento-allergie rischia di trasformarsi in una «mistura letale». A scattare questa fotografia sono due specialiste dell’università degli Studi-Fondazione Policlinico. Raffreddori, otiti, tonsilliti, ma anche bronchiti e polmoniti ricorrenti. Queste i problemi dei bimbi milanesi che, «perlopiù nel periodo invernale, si ammalano anche da una a tre volte al mese». E spesso la fretta dei genitori che lavorano di «rimettere in piedi» il piccolo prima possibile alimenta ricadute e utilizzo di farmaci alternativi.