Smog e carovita: in concerto le proteste della città

L’arte «en rose». Domenica 8 marzo signore e signorine potranno entrare gratis nei musei comunali e statali e approfittare di uno sconto sul prezzo delle mostre «Magritte», «Anima dell’acqua. Da Talete a Caravaggio», «Samurai» (7 euro), «Futurismo» (7,50 euro), «Corriere dei Piccoli» (6,50), «Extreme Beauty in Vogue» (4 euro). L’iniziativa, per celebrare la festa della donna, fa parte di una collaborazione fra assessorato alla Cultura del Comune e ministero dei Beni culturali. Nei musei, le opere d’arte «che sanno parlare alle donne» verranno segnalate da un bollino rosa a cominciare dalla Pietà Rondanini fino alla Danzatrice di Severini. «Più che una festa della donna è quanto mai necessaria una festa per la donna - ha detto l’assessore Massimiliano Finazzer Flory - È l’anno del futurismo e la figura che incarna la velocità, l’energia, la vitalità e la vita non può che essere la donna. In particolare la milanese, è la donna più veloce d’Italia». Sabato è previsto un incontro con studiosi e donne famose a Palazzo Litta dal titolo «Lo sguardo al femminile» (ore 18, corso Magenta 24). Un’occasione per discutere del rapporto tra la donna e l’estetica, interverranno Sandra Bandera, soprintendente e direttore della Pinacoteca, Mina Gregori, storica dell’arte, Lucrezia Lerro, scrittrice e Fiorella Minervino, critica d’arte. Tornando invece al futurismo, domenica è in programma uno spettacolo gratuito per tutte le donne, alla Terrazza Martini. Tre repliche di 50 minuti (alle 14.30, 16.30 e 18.30) della pièce «Chopin diventa faticoso molto meglio bere la birra» a cura di Carla Chiarelli e Fabrizio Parenti. La prenotazione è obbligatoria all’indirizzo di posta: quellicherestano@gmail.com