Smog, fermi tutti. Ecco cosa fare senz’auto

Musei, piscine e gite guidate in mezzo alla natura: tutto gratis. Ecco il premio di consolazione per i milanesi, costretti a lasciare l’auto in garage per tutta la giornata per la prima domenica a piedi della stagione. Il calo delle polveri sottili non ha scongiurato il blocco. Ma quella che sarà con ogni probabilità l’ultima domenica senza auto (almeno chiesta in via emergenziale) sarà animata da una serie di attività gratuite messe in piedi dalla giunta Pisapia.
In particolare, i più premiati saranno gli abbonati al servizio verde del bike sharing cittadino che potranno sfruttare la loro tessera per avere ingresso gratuito alla Gam (Galleria d’arte moderna), a Palazzo Morando e al Museo archeologico (gratuito dalle ore 16.30). Per loro inoltre ingresso ridotto le mostre «Artemisia Gentileschi - Storia di una passione» a Palazzo Reale, «Anish Kapoor» alla Fabbrica del Vapore e alla Rotonda della Besana e a «Silvio Wolf - Sulla Soglia» al Padiglione di arte contemporanea. Gratis poi le mostre «Inter/vallum» di Roberto Ciaccio e «Il segno e lo spirito» di Gabriella Crespi, entrambe a Palazzo Reale.
A costo zero per tutti invece le piscine coperte di Milanosport che saranno aperte ai cittadini per tutto il giorno, e le visite guidate con le guardie ecologiche volontarie lungo i percorsi botanici del parco Sempione (dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 17.30).
In città ci saranno 70 punti di verifica e gli agenti presteranno particolare attenzione a chi espone il pass disabili, per limitare il fenomeno dei furbetti.
Malgrado il forte vento abbia contribuito ad abbassare le concentrazioni delle polveri sottili, scese per la prima volta da giovedì sotto la soglia rosse dei 50 microgrammi per metro cubo, il dato non basta. Per la sospensione delle misure, infatti, è necessario che le pm10 scendano al di sotto del livello limite almeno per tre giorni consecutivi (a partire dal primo giorno d’applicazione dell’ordinanza).
«Restano, quindi, attive - spiega il Comune in una nota - le norme dell’ordinanza anti-inquinamento in vigore dallo scorso 24 gennaio che dispongono limitazioni della circolazione delle auto più inquinanti ed altre azioni per diminuire il livello delle polveri sottili, qualora siano raggiunti 12 giorni consecutivi di superamento del valore limite». «Non sarà attuata invece la fase due dell’ordinanza che prevede, per l’applicazione delle norme, 18 giorni consecutivi di sforamento». La giornata di venerdì ha infatti interrotto la continuità.
Oltre al blocco in vigore oggi, ancora domani non potranno circolare, per tutto il giorno, su tutto il territorio comunale, le auto a benzina euro 0 e diesel euro 0, 1, e 2 non dotate di filtro antiparticolato in grado di garantire un valore di emissione pari almeno al limite standard euro 3. Divieto esteso ai ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli a due tempi euro 1 e, se a gasolio, euro 0 e 1.