Smog, l’allarme delle centraline: azoto fuori controllo

Sarà forse a causa di queste temperature estive che rallentano il riciclo dell’aria, per il caldo e il clima che è tutto tranne che autunnale nonostante ormai si sia ad ottobre. Fatto sta che l’altro giorno, i limiti della presenza di azoto nell’aria sono stati superati. Stando ai dati rilevati dalle centraline della Provincia, un superamento del limite orario di 200 microgrammi per metro cubo di biossido di azoto nella postazione di via Molteni è stato registrato dalle ore 18 alle ore 19 di giovedì con una concentrazione di 215 ug/m3. Questi i risultati trasmessi da undici, su quattordici, centraline nel territorio cittadino al centro di monitoraggio di Quarto.
Tutti gli altri dati registrati nelle stazioni di rilevamento della qualità dell’aria della rete provinciale di rilevamento dislocate sul territorio provinciale di Genova (14 in città e 8 in provincia), si sono mantenuti entro i limiti di legge.
Per le prossime ore le condizioni meteorologiche previste dall’aeronautica militare sono sfavorevoli al ristagno degli inquinanti nei bassi strati dell’atmosfera.