Smog, Legambiente promuove Milano

Il sindaco Moratti: «Effetti positivi delle nostre scelte»

Capita a fagiolo. Il rapporto di Legambiente «Ecosistema urbano Europa» - che esamina le performance di 32 grandi città su temi come polveri sottili, verde e mobilità - conferma l’«effetto positivo delle primissime misure che abbiamo introdotto lo scorso inverno a Milano e che ora proseguiamo». Lo riferisce il sindaco Letizia Moratti, il giorno dopo le tensioni con la maggioranza legate all’avvio dell’Ecopass. Lo scorso inverno il Comune aveva chiuso la «finestra» tra le ore 12 e le 16 che permetteva la circolazione ai veicoli inquinanti durante il blocco regionale e «gli effetti positivi di questa misura sono stati tali da essere confermati quest’anno anche dalla Regione». Quella per la salute e la qualità dell’ambiente, rilancia la Moratti, «è una battaglia che ci vede impegnati con una serie di misure e iniziative, dal potenziamento dei mezzi fino all’Ecopass, col quale disincentiviamo la circolazione dei veicoli inquinanti».
Dopo le polemiche sul ticket d’ingresso senza abbonamenti per i milanesi che non risiedono nella Cerchia, il capogruppo Giulio Gallera spiega che sull’ecopass «avevamo trovato un accordo. Fi ribadisce la necessità di tutelare quelle persone che sono costrette a usare l’auto per raggiungere il centro. C’era il consenso del sindaco, ma poi sono entrati a gamba tesa da una parte la Corte dei conti, dall’altra il ministero dei Trasporti, che ci costringono ad abbandonare l’idea degli abbonamenti e a trovare un’altra strada. Questo è il dato su cui dobbiamo lavorare, e abbiamo ore e non settimane, purtroppo: da qui nasce qualche patema per la necessità di coniugare i messaggi politici e la legittimità degli atti». In ogni caso, «noi non siamo per un rinvio, assolutamente: la strada è trovare una soluzione». Il sindaco, aggiunge il commissario cittadino di Fi Luigi Casero, «ha ascoltato e dialogato molto in questa fase: venerdì il provvedimento sull’ecopass è stato rinviato per un approfondimento, quindi per coinvolgere ancora consiglieri e assessori. Non ha minacciato dimissioni».