Smog, la moda si sfila Solo per le passerelle migliaia di permessi

Il Comune ha dichiarato guerra allo smog ma davanti al caravanserraglio della moda alza bandiera bianca. Pronte migliaia di deroghe al blocco del traffico di domenica prossima. Mentre i milanesi sono condannati a restare un giorno senz’auto, il mondo delle sfilate - buyers, giornalisti, modelle, truccatori, tecnici delle luci e chi più ne ha più ne metta - dopo le barricate ha strappato il via libera a scorrazzare in città. E il blocco anti-smog padano almeno a Milano è sempre più una farsa. «La moda è un settore produttivo cruciale - spiega il sindaco -, abbiamo lavorato per dare tutti i permessi necessari agli operatori affinché la giornata riesca al meglio». Il presidente della Camera della moda Mario Boselli precisa: «Non abbiamo mai chiesto di revocare lo stop, ma di metterci in condizione di lavorare. Ma non poteva essere altrimenti o sarebbe scoppiata la terza guerra mondiale». Via libera anche ai tifosi di San Siro, la circolazione sarà consentita tra le 13 e le 15 e tra le 16.30 e le 18 in via Natta, Diomede, Montale, Patroclo e Novara. Per i milanesi, il Comune prepara un calendario di iniziative all’aperto, mostre e musei con lo sconto, mezzi pubblici potenziati.