Smog, niente domenica a piedi

Decisione dei sindaci dopo un incontro in Regione anche perché sono in arrivo piogge. La Moratti: "Il blocco è servito per una emergenza speciale. Estensione dell'Ecopass? Non è nel radar del Comune"

"Il blocco del traffico (di domenica scorsa, ndr) è servito in un momento di particolarissima emergenza". Con queste parole il sindaco di Milano Letizia Moratti, al termine di un incontro con il presidente lombardo Roberto Formigoni e il presidente della Provincia Guido Podestà ha di fatto escluso l’ipotesi che domenica prossima ci sia un nuovo stop alla circolazione delle auto. Tuttavia il primo cittadino di Milano ha sottolineato il miglioramento dei livelli di inquinamento, rispetto a quelli della scorsa settimana, che costrinsero il comune a decretare il blocco della circolazione. "Oggi abbiamo preso atto che le misure strutturali adottate dal Comune contro lo smog - ha affermato Letizia Moratti - come la sospensione delle deroghe per Ecopass stanno dando risultati. Le concentrazioni medie di polveri sottili in questa settimana sono inferiori a quelle della settimana scorsa. Questo è un punto fermo importante: noi continuiamo a lavorare su misure strutturali".

E se l'ultima parola era stata demandata alle decisioni dei sindaci dell'hinterland, il discoro blocco è per ora escluso. Niente domenica senz’auto questo fine settimana pure nell’hinterland: questo è quanto è emerso dalla riunione dei sindaci convocata nel pomeriggio nella sede della Regione Al termine dell’incontro l’assessore regionale all’Ambiente, Massimo Ponzoni, ha spiegato che nessuna amministrazione è propensa a fermare il traffico. "Nessun sindaco ha avanzato l’ ipotesi di bloccare la circolazione - ha detto - e noi, svolgendo il ruolo di alta regia che è proprio della nostra Regione, abbiamo condiviso assieme a tutti i sindaci che il blocco domenica non va fatto". I tecnici dell’Arpa hanno sottolineato che la situazione dell’inquinamento avrà un miglioramento nel fine settimana anche per l’arrivo di nuove piogge.

Durante l’incontro i tecnici dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (Arpa) Lombardia hanno dettagliatamente illustrato i dati relativi all’andamento della concentrazione delle polveri sottili, evidenziando che i valori saranno prevedibilmente in calo nei prossimi giorni a causa del peggioramento delle condizioni meteorologiche che porteranno perturbazioni e venti sulla Lombardia. "Regione Lombardia ha un ruolo di coordinamento - ha ribadito l’assessore Ponzoni - e da sempre è al fianco dei sindaci che assumano decisioni a tutela della salute dei cittadini. Come dimostra anche lo stanziamento di 2 milioni aggiuntivi a beneficio dei Comuni per l’incremento dei controlli. Da tempo i forti investimenti per azioni di carattere strutturale - 104 milioni di euro per gli incentivi per la sostituzione di mezzi inquinanti - hanno portato risultati significativi che si possono verificare sul sito di Arpa Lombardia".

L’estensione di Ecopass "non è nel radar" dell’amministrazione, ha poi detto Letizia Moratti, a Palazzo Marino, a margine della consegna di un premio a lei assegnato dall’Associazione Poliziotti italiani. Interpellata riguardo a una possibile estensione del sistema di pedaggio, Moratti ha confermato che "non è in questo momento nel radar dei nostri approfondimenti".