Snam in calo dopo la riduzione delle tariffe

Snam Rete Gas ha chiuso ieri in flessione dell’1% (ma durante le contrattazioni il calo è stato anche doppio) dopo l’approvazione da parte dell’Authority per l’energia del nuovo piano tariffario per il trasporto del gas naturale durante il secondo periodo regolatorio, leggermente inferiore alle attese del mercato. Il tasso di remunerazione sul capitale è stato infatti stabilito al 6,7% per i prossimi quattro anni a partire dal 1° ottobre prossimo. «Il mercato ha mostrato un po’ di delusione per la decisione, ci si attendeva il 6,8% - ha commentato un operatore -, va detto anche che il titolo ha avuto un andamento migliore della media del settore negli ultimi tempi». Il tasso deciso è a metà di un range compreso tra 6,2% e 7,1% proposto dall’Autorità a maggio. Nel corso del precedente quadriennio il livello era stato di 7,94 per cento.