Snam e Saipem si salvano dalla scure degli analisti

Tempi duri in Borsa per le utility. Le fosche prospettive dell’economia europea stanno inducendo le case d’affari a modificare le proprie valutazioni anche sul settore servizi, tradizionalmente difensivo. Credit Suisse ha tagliato il prezzo obiettivo di Atlantia da 20 a 16 euro a causa del minor traffico atteso sulla rete autostradale. Hsbc, invece, ha abbassato il rating di Enel e Terna da «neutral» a «underweight» e il target rispettivamente a 3 e 2,8 euro per lo stesso motivo: il difficile contesto macroeconomico. Solo Snam Rete Gas e Saipem si sono «salvate». Hsbc ha premiato la sostenibilità dei dividendi della prima con un «overweight», mentre Morgan Stanley e Citigroup hanno alzato il target della seconda. Non è un caso: Snam è la più «regolamentata» e Saipem la più internazionale.