Snam sul podio StM al tappeto

Un vero e proprio rialzo a sorpresa per Piazza Affari, che si è portata sopra la parità negli ultimi minuti di contrattazioni, con il Ftse Mib in crescita dello 0,14% a 15.929 punti, per 2,3 miliardi di controvalore. Favorito anche dal differenziale Btp-Bund a 418 punti, il listino milanese è rimasto spaccato in due per l’intera seduta. Hanno chiuso ancora in rialzo Unicredit (+2,51%), Mps protagonista lunedì di un vero e proprio rally (+14%). Nel comparto sono cresciute anche Bpm (+0,93%) e Mediolanum (+0,87%), a differenza di Intesa Sanpaolo (-0,21%) e soprattutto Ubi banca (-1,93%). Sotto pressione StM (-5,42%), che prevede un calo del 10% del fatturato del primo trimestre. A due velocità Fiat (+1,73%) e Fiat Industrial (-1,85%), con Exor in calo dello 0,9% a monte della catena di controllo. Deboli Pirelli (-1,92%), Mediaset (-1,3%), Atlantia (-1,29%) e Italcementi (-1,19%), in luce invece Snam Rete Gas (+3,96%), maglia rosa del listino, che si preparerebbe allo shopping. Europa in negativo con Parigi che perde lo 0,47%, Francoforte lo 0,27% e Londra lo 0,53%.