Sneijder cerca una squadra ma Moratti non sa a chi darlo

Incredibile: ci sarebbe in atto un braccio di ferro fra Roma e Inter per Rodrigo Palacio. Se sta per partire una delle più scarse edizione della serie A degli anni Duemila è anche perché accadono queste cose. E non è finita: occhio al Genoa, perchè Enrico Preziosi starebbe facendo il doppio gioco e dopo contatto con Claudio Lotito avrebbe chiesto Mauro Zarate proprio per sostituire Palacio. Ma dai. Lotito con Massimo Moratti è ancora lì che pensa a Goran Pandev, e il presidente del Genoa ha capito che c’è spazio. Ai tifosi nerazzurri non resta che augurarsi una vittoria della Roma nel braccio di ferro, una sconfitta che risolverebbe questa decadente trattativa. E poter poi dare l’assalto a Zarate dopo l’apertura del suo agente Giuseppe Bozzo: «C’è solo un timido interesse per Zarate perché Moratti vuole un prestito con diritto di riscatto ma per convincere Lotito serviranno argomenti economicamente più convincenti. Però se vi vuole fare qualcosa, si può, la contrattazione vera e propria si fa su altri tavoli...».
Cosa avrà voluto dire Bozzo è misterioso. Quasi come la rinuncia a Reto Ziegler dopo due mesi, uno dei primi ad arrivare e ad andarsene dalla Juventus. Oggi però arriva Eljero Elia, la trattativa con l’olandese dell’Amburgo è in corso ma la Juve deve effettuare le visite mediche prima che l’ala raggiunga la sua nazionale e chiuda il mercato. Su Elia c’è accordo ma per il resto gira la voce che fra il dg Beppe Marotta e il tecnico Antonio Conte non ci sia tutto quel feeling che affiora ai microfoni, con Vargas praticamente già preso dal dg e respinto con perdite dal mister che peraltro non voleva neppure il genio Andrea Pirlo. Improvvisamente invece c’è passione forte attorno a Luiz Rhodolfo Dini Gaioto, difensore centrale del San Paolo, l’interesse è datato, questo irrefrenabile desiderio, meno. Chi tiene monitorato il mercato sudamericano assicura che l’affare non si farà perché il San Paolo chiede 10 mln e la Juve ne offre al massimo sei. Ma cosa sono quattro milioni per chi ne ha comprati ventuno e ha appena sdoganato Jorge Martinez in prestito gratuito al Cesena dopo averlo pagato 15 mln dodici mesi fa. Peraltro versando interamente lo stipendio di un milione a Igor Campedelli. Dai, magari Rhodolfo non ti sistema la difesa, ma è un’ottima testa di cuoio per dare una sveglia a Luciano Spalletti che sta tirando sul prezzo nello scambio fra Bruno Alves e Leonardo Bonucci, un altro che ha entusiasmato forte.
Finirà che anche Manuel Vargas se ne va all’estero, forse il Liverpool ha fatto un’offerta, comunque non sarà una perdita dolorosa. Alberto Gilardino invece resta, forse lo prende Maurizio Zamparini. E siccome il giro è questo, c’è un’altra situazione clamorosa da registrare: Amauri è al centro di mille trattative in Turchia, Galatasaray e Trabzonspor su tutte. In compenso lui prima ha rinnovato il suo amore per Palermo e poi si è offerto al PSG svelando un tenero retroscena: «Quando ero piccolo il mio idolo era Leonardo. Chiamami». Appena ricevuta la notizia, la Roma si è detta disposta a cedere Marco Borriello ai parigini in prestito per questa stagione e poi a prezzo superscontato per la prossima. Giusto per non farsi mancare niente la nuova proprietà avrebbe ricevuto un’offerta dal City per Daniele De Rossi che continua a respingere il rinnovo di contratto in scadenza la prossima stagione. Il Sunday Star ha svelato anche la cifra offerta da Roberto Mancini a Mr Tom, 25 milioni di sterline. Alex Ferguson pare abbia subito rilanciato per il suo United. Se Mr Tom dovesse solo lontanamente prendere in considerazione le offerte che arrivano da Manchester non lo salverebbe neppure l’esercito americano.
I tabloid sono i più abili e seri nel dare freschezza al mercato. Wesley Sneijder era al centro della più frenetica asta del dopoguerra, eppure Marco Branca quasi in lacrime ha più volte dichiarato che non sono mai arrivate offerte. L’Olandese ultimamente marca troppo spesso malattia ma c’è sempre una valida giustificazione, mentre l’Inter ondeggiava a Monza, lui era a Utrecht per l’esordio vincente del fratello Rodney in gol nel 3-1 contro il Roda. Massimo Moratti a domanda precisa è sobbalzato facendo un passo indietro: «Sneijder? Ma Sneijder non si muove!». Il Daily Mail ha svelato che se il Tottenham non accettasse 40 mln per Modric, Villas Boas sarebbe pronto a offrirne 31 più Malouda per Sneijder. Peraltro sempre i tabloid parlano di un’offerta degli Spurs per Ricardino Kakà. Tempo perso, se si muove va al Milan. Mourinho lo dichiara incedibile, Adriano Galliani telefona a Riccardo Montolivo, ogni azione ha la sua reazione.
Diego Furlan è già dell’Inter, addio Carlitos Tevez, anche se la maggior parte degli operatori indicano proprio nell’argentino il colpo dell’ultimo minuto. Roberto Mancini ha fatto un discorsetto all’apache: «Resti qui, vinci qualcosa con il City e entri nella storia di un club che non ha mai vinto un beato niente. Poi ti lascio andare dove vuoi». Arriverà la prossima stagione, quest’anno non si perde niente, chi segna il primo gol in serie A porta a casa un quintale di marroni, frutto nel quale vanta diversi aneddoti.