Snia, Cda ad alta tensione

La riunione del Cda Snia, in calendario oggi con all’ordine del giorno i dati trimestrali della società, si prospetta quantomeno turbolento dopo l’accordo raggiunto dall’azionista Hopa con il gruppo bergamasco Enerchem per la cessione del suo 16,8% in Snia. Sul tavolo del consiglio - secondo quanto risulta all’agenzia Radiocor - è in arrivo una raffica di dimissioni da parte degli attuali membri che non hanno apprezzato né le condizioni a cui è stato subordinato l’accordo né l’arrivo di un nuovo azionista di maggioranza.