In «So Real» i brani più commoventi e una rarità

Jeff Buckley è della razza apollinea dei Jim Morrison ma a 24 anni, quando diventa artista di culto, la sua vita è vecchiaia mascherata da giovinezza. Un viaggio breve ma fatto di capolavori come Grace e Sketches For My Sweetheart the Drunk (postumo) ora condensati in So Real, cd antologico in uscita in questi giorni. Un conturbante ritratto di Jeff, con classici come Grace, Last Goodbye, versioni dal vivo di Je N’en Connai Pas La Fin e una rara I Know It’s Over degli Smiths eseguita con voce e chitarra.