Soccorre un ferito: volontario picchiato

Erano corsi per soccorrere un giovane che stava male; in cambio hanno ricevuto insulti e botte. Tanto che uno dei volontari aggredito da un teppista, è finito in ospedale. È successo nei giorni scorsi in pieno centro a Rho.
Erano da poco passate le 23, quando al centralino di «Rho Soccorso» giunge una chiamata dal 118 che aveva raccolto la segnalazione di un giovane che si era sentito male in largo Don Rusconi. Dalla sede di via Legnano parte un’ambulanza che raggiunge il centro cittadino in tre minuti e subito i volontari si trovano di fronte a un gruppetto di una ventina di ragazzi inferociti. Sono spaventati per il compagno colto da malore e, non potendo fare molto, se la prendono con i soccorritori. Accolti con insulti ed accuse, che però non interferiscono con le operazioni di assistenza della Croce. I volontari prestano le prime cure al paziente e accertate le sue condizioni, il caposervizio dell’equipaggio contatta ancora il 118 per conoscere la destinazione dell’ospedale di destinazione e raccogliere altre eventuali indicazioni. Ed è durante queste operazioni che scatta l’aggressione. Uno dei ragazzi presenti sulla piazza teme che il soccorritore stia chiamando i carabinieri, visto il clima di tensione creatosi. Così gli si avventa contro e lo colpisce a pugni in faccia. Subito dopo sale sul suo scooter e scappa. Nonostante le ferite e l’occhio nero il volontario fa caricare il ragazzo che sta male sull’ambulanza e finiscono tutti al pronto soccorso. Per fortuna per il paziente si era trattato soltanto di un malore; peggio è andato per il volontario che ha riportato otto giorni di prognosi.