Soccorsi ai clandestini ma non agli abitanti

Guardia costiera, Marina militare, elicotteri pronti a decollare in soccorso delle decine di clandestini che ogni giorno tentano di approdare sull’isola. E invece chi a Lampedusa ci vive è «abbandonato». Lo dimostra il calvario di una donna che ieri, colpita da una grave emorragia, è rimasta per oltre sei ore in attesa dell’elicottero medico che avrebbe dovuto trasportarla all’ospedale di Agrigento. Lampedusa ha solo un poliambulatorio attrezzato per il pronto soccorso e l’elicottero dovrebbe essere pronto 24 ore su 24. In questo periodo, tra l’altro, ai 5mila abitanti si aggiungono circa 15mila turisti.