Il soccorso rosso di Sky ai comizi di Santoro

I Comizi d'amore in cerca di casa andranno  in onda via satellite. E ora l'ex Annozero ricomincia a  gongolare, via satellite, internet e reti private

RomaI Comizi d’amore di Michele Santoro in onda anche su SkyTg24. Ricomincia da tre l’arringapopoli del tubo catodico. Proprio dal 3 novembre infatti sarà fruibile in tre dimensioni: sul satellite grazie a SkyTg24 che lo ospiterà sul canale Eventi, su un network di reti private e su Internet. L’obiettivo è quello di riuscire a raggiungere almeno un milione e mezzo di persone, il bacino di spettatori già raccolto in occasione della serata evento per i 110 anni della Fiom. L’ospitalità fornita da Sky è stata annunciata dallo stesso Santoro che ha tenuto a fare anche un po’ di precisazioni visto che la sua decisione di lanciare una colletta pubblica a sostegno del suo programma ha sollevato polemiche anche a sinistra. «Sia chiaro Sky ci ospita non ci finanzia - dice Santoro - ma credo sia un tassello importante per dare corpo al progetto».
Progetto partito con l’apertura ufficiale del sito www.serviziopubblico.it. sul quale compare un appello del giornalista e i primi stralci di un’intervista a Imane Fadil, testimone nel processo Ruby, che racconta della sua partecipazione alle feste di Arcore. Dal sito Santoro chiede appunto di finanziare la sua avventura con una donazione minima di dieci euro. E sembra che in parecchi abbiano già abboccato. «Abbiamo aperto il sito internet e abbiamo fatto 90.000 utenti unici con una permanenza media di tre minuti - dice Santoro - Abbiamo deciso di fare un sito televisivo e siamo anche su Facebook: abbiamo già 30.000 iscritti e 8.000 hanno già versato i loro 10 euro». Dunque in un solo giorno il sito ha raccolto circa 80.000 euro. Parecchi ma non abbastanza perché di soldi a Santoro ne servon parecchi visto che, spiega, «ogni puntata ci costa 250mila euro». La donazione dei dieci euro, aggiunge, rappresenta una sorta «di azionariato popolare, i soldi verranno conferiti ad una associazione che sarà socia della società che produrrà le puntate».
A dare il benvenuto a Santoro su SkyTg24 è il direttore, Sara Varetto. «In passato SkyTg24 ha già trasmesso i due speciali televisivi live realizzati da Santoro - ricorda la Varetto - siamo certi che i nostri abbonati approveranno la nostra scelta di seguire in diretta gli eventi che contribuiscono a costruire il dibattito politico e sociale nel nostro paese».
Sky ha fatto due conti verificando che circa 2 milioni e mezzo di abbonati seguivano Annozero ogni settimana. Un bel pacchetto che ora contano di consolidare con la messa in onda dei Comizi d’amore.
Ma la scelta di sfidare direttamente il servizio pubblico non è piaciuta affatto a Giorgio Merlo, Pd, vice presidente della Commissione Vigilanza Rai. «Massimo rispetto per Santoro, la sua professionalità, i suoi guadagni e le sue nuove trasmissioni - dice Merlo - una cosa, però, dovrebbe essere chiara, almeno fino a prova contraria. Di servizio pubblico radiotelevisivo, seppur ammaccato e malconcio, in Italia ne esiste uno solo. Ed è quello rappresentato dalla Rai».