A Soci le Olimpiadi 2014 Putin la carta vincente

Alla fine ha vinto lui, Vladimir Putin. Le Olimpiadi invernali 2014 vanno a Soci e in molti all’interno del Comitato olimpico pensano che il fattore determinante sia stata la presenza del premier russo in Guatemala, dove i membri del Cio erano riuniti per decidere la sede della manifestazione. «Putin è venuto fino a qui ed è stato molto rassicurante sulla candidatura», ha ammesso il presidente del Cio Jacques Rogge. Soci, città balneare che si affaccia sul Mar Nero, ha avuto la meglio sulla nordcoreana Pyongyang alla seconda votazione: 51 voti a 47, con un astenuto e una scheda nulla. Nella prima votazione era stata eliminata la terza incomoda, l’austriaca Salisburgo, mentre Pyongyang era in vantaggio nel testa a testa con Soci. Poi il sorpasso decisivo, fra le urla della chiassosa comitiva russa e le lacrime degli asiatici. Per le Olimpiadi invernali saranno investiti a Soci tra i 10 e i 15 miliardi di euro. Intanto Roma ha deciso di non candidarsi per i Giochi 2016 ma di puntare sul 2020, essendo improbabile che, dopo Londra 2012 e Soci, le Olimpiadi 2016 vadano a una terza città europea.