Soci pubblici nel mirino

Gli assetti azionari di Edipower, una delle società di generazione elettrica privatizzate dall’Enel, entrano nel mirino della politica. Il ministro allo Sviluppo economico Pierluigi Bersani ha detto ieri che non esclude «di dover prendere qualche iniziativa» dopo la recente segnalazione dell’Antitrust che ha denunciato la violazione del decreto di privatizzazione del 2000. Secondo l’Autorità presieduta da Antonio Catricalà l’attuale struttura proprietaria di Edipower (40% Edison, 16% Aem, 16% Atel, 8% Aem Torino, 20% un gruppo di banche) non rispetta uno dei capisaldi delle norme sulle privatizzazioni nel settore elettrico: il tetto del 30% per i soggetti pubblici. A occuparsi della questione sarà la settimana prossima anche la commissione attività produttive della Camera. Il presidente Daniele Capezzone ha reso noto ieri di aver messo in calendario per martedì e giovedì l’audizione delle società interessate (Aem, Edipower, Edf). In una data successiva la commissione sentirà anche l’Antitrust.