«Il socialcomunismo al vertice del Paese»

«La gente non si accorge che è finita un'epoca, che il sessantennio della democrazia occidentalista oggi è finito». È il «giudizio storico» del presidente emerito Francesco Cossiga all'insediamento di Giorgio Napolitano al Quirinale. «Il socialcomunismo - spiega Cossiga - è arrivato, in pace e libertà, al vertice del Paese». Un giudizio «storico», senza un aggettivo che ne indichi il valore: «È la storia, e io non do giudizi sulla storia: non sono mica Croce...».