Socialisti Con Biasotti c’è il Nuovo Psi, e un’altra Dc ligure

«Di simbolo socialista sulla scheda ne troverete uno solo: è il garofano del nuovo Psi». Una punta d’orgoglio e la voglia di dimostrarsi all’altezza della battaglia, i socialisti liguri si ritrovano al fianco di Sandro Biasotti impegnati con il loro emblema durante la campagna elettorale e con l’obiettivo dichiarato di far eleggere un esponente in consiglio regionale. Il Nuovo Psi si affida ad un gruppo di sostenitori di vecchia data che vogliono continuare nel solco tracciato dalla tradizione socialista: «Welfare, riformismo, salute sono le coordinate che diamo a Sandro Biasotti per il rilancio della nostra Regione - dichiara il segretario ligure del partito Giuseppe Piccini -. Ci ritroviamo in questa alleanza dopo aver aderito al Popolo della Libertà, ma con la nostra presenza vogliamo essere da punto di riferimento per chi ancora crede nell’idea socialista».
Un pizzico di ironia verso il Partito socialista che sta a sinistra e che ha deciso di annacquarsi nella lista civica di Burlando e ancora tanta voglia di dimostrare di essere punto di riferimento per la politica regionale e nazionale. Come capolista per le province di Genova e Savona corre Renato Pezzoli, fino a qualche tempo fa aderente al Ps vicino alla sinistra «ma scappato dopo che si è tentato di creare una piattaforma unica con la sinistra radicale dalla quale mi differenziano i valori». Alla Spezia corrono in ordine alfabetico e a rappresentare i candidati della provincia spezzina è Franco Magazzù convinto a correre dopo aver sentito il programma di Sandro Biasotti: «Mi sono deciso dopo aver compreso quali sono le idee del nostro candidato alla presidenza della Regione - spiega -. Mi impegnerò perché la portualità alla Spezia continui ad avere un ruolo centrale e perché mare e litorale possano rappresentare il futuro per turismo, porto e trasporti». Ad Imperia i nomi sono ancora top secret, «saranno presentati al momento opportuno perché in quella provincia abbiamo una lista di grande valore» sottolinea il segretario Piccini che sarà uno dei candidati nell’estremo ponente.
Ieri a Genova è proseguita la raccolta di firme con un banchetto in Galleria Mazzini a cui hanno partecipato Renata Oliveri e Monica Magnani (alla quale era stato chiesto di correre come capolista). Intanto, questa mattina alle 9.30 all’hotel «Rex» in via De Gasperi, 9 i candidati genovesi si presentano ai cittadini con un primo incontro pubblico.
Sempre in tema di partiti che si rilanciano, il gruppo della Nuova DC ligure guidato da Graziano Crepaldi, ha deciso di appoggiare Sandro Biasotti come presidente garantendo il proprio bacino di voti anche al candidato del Pdl nella provincia di Savona Marco Melgrati.