«Per una società libera e giusta»

«I nostri volontari scelgono l’impegno per una società più libera e giusta». Questa la replica di Paolo Beni, presidente nazionale dell’Arci, all’articolo apparso ieri su Il Giornale. «Molti dei nostri soci - si legge in una nota -, si impegnano a titolo gratuito (non i volontari del Servizio civile, retribuiti dallo Stato; ndr)». Infine una precisazione: «All’Arci solo 500 volontari». Vero, ma solo in senso stretto. Perché l’Arci Servizio Civile, a cui sono destinati i 3.046 volontari, racchiude la stessa Arci, Arciragazzi, Legambiente e molte altre sedi Arci locali.