Socotherm Middle East si consolida in Qatar

da Milano

Buona performance per Socotherm a Piazza Affari (più 2,74% a 12,84 euro), forte di un contratto per circa 14 milioni di dollari in Qatar, dove da poco più di un anno sono operativi gli impianti Socotherm Middle East. Il titolo si avvia a chiudere l’anno con una performance di tutto riguardo: ha infatti guadagnato oltre il 36 per cento. Due i fattori che contribuiscono a spingere i titolo della società attiva nel rivestimento dei tubi per il trasporto di petrolio, acqua e gas: da un lato, il generale clima di denaro sul comparto «oil» al quale il titolo si adegua, dall’altro l’annuncio, appunto, del nuovo contratto per un progetto off-shore. L’intesa - precisa un comunicato dell’azienda vicentina quotata sullo Star - è relativa al rivestimento anticorrosivo e all’appesantimento delle linee sottomarine del progetto «Common condensate Spm facilities» in Qatar. I lavori si svolgeranno dal primo al secondo trimestre 2007 e verranno eseguiti negli impianti della Socotherm Middle East che ha un portafoglio lavori per il 2007 di circa 50 milioni di dollari. «Siamo orgogliosi - ha detto il numero uno di Socotherm, Zeno Soave - di contribuire in maniera così importante al programma di sviluppo in Qatar. La reputazione del nostro gruppo in termini di sicurezza e qualità è consolidata nell’area e prevediamo un aumento consistente di ordini almeno per i prossimi cinque anni».