La soddisfazione di Frattini: «Complimenti, ottimo lavoro»

da Bergamo

Da quando si è diffusa la notizia delle telefonate di Nones e Kehrer, si sono susseguite nella sede del Comitato «EvK2Cnr», un gran numero di chiamate da parte di amici, conoscenti, ma anche di semplici appassionati che volevano felicitarsi per i due alpinisti. Tra le tante telefonate anche quella, particolarmente significativa, del ministro degli Esteri Franco Frattini, anch’egli grande appassionato di montagna e conoscente di lunga data di Agostino Da Polenza, che, fin dalla tragica notizia della scomparsa di Karl Unterkircher, ha seguito personalmente, tramite l’’Unità di crisi della Farnesina, la vicenda del Nanga Parbat. Frattini ha voluto esprimere a Da Polenza il suo sollievo e la vicinanza a Walter Nones e a Simon Kehrer e alla famiglia di Karl Unterkircher. Fin dai primi contatti diretti con Da Polenza, il ministro si era impegnato «a fare tutto il possibile per salvare le vite» dei due compagni di Unterkircher per la cui perdita aveva espresso «profondo rammarico».
Il capo della Farnesina aveva, infatti, assicurato la «piena assistenza italiana», in collaborazione con le autorità  pakistane e in coordinamento con l’ambasciata a Islamabad, alla spedizione di soccorso. Frattini ha chiesto a Da Polenza da buon appassionato di montagna, come avessero intenzione di procedere nella discesa, apprezzando il fatto comunque che i due abbiano deciso di affrontarla con gli sci. Il ministro, soddisfatto del buon esito della vicenda, si è complimentato con Da Polenza: «Veramente un ottimo lavoro».