Soffia il vento di «El Ghibli», la rivista che si legge online

Non è un libro ma una rivista online di letteratura della migrazione che vanta oltre 160mila visitatori da tutto il mondo (www.el-ghibli.provincia.bologna.it). Si chiama El Ghibli che vuol dire vento, «un vento che soffia dal deserto, caldo e secco. È il vento dei nomadi, del viaggio e della migranza, che accompagna la parola errante. Parola di tutti e di nessuno, contaminata e condivisa». La redazione è composta da scrittori di varie provenienze, dove nella differenza si accomunano storie e destini. È suddivisa in quattro sezioni: «Racconti e poesie» per gli scrittori migranti in Italia che scrivono in italiano; «Parole dal mondo» per i non italiani nel mondo; «Stanza degli ospiti», un tributo di ospitalità agli scrittori stanziali italiani e stranieri e «Generazione che sale», dedicata a bambini e ragazzi, italiani e migranti. Molte sono le firme che meritano di essere lette e conosciute. Tra i nomi più noti figura Pap Khouma, lo scrittore di origine senegalese che vive a Milano, dove si è sempre occupato di cultura e letteratura con competenza e passione.