Soffrire per diciannove lunghi minuti pur di non diventare inutili chic girl

Ecco i libri che la redazione cultura del Giornale ha letto per voi e che vi segnala, divisi per categorie serie e semiserie.
DA NON PERDERE
La vanità della spada. Vita e ardimenti dei fratelli Nadi di Geminello Alvi (Mondadori, pagg. 177, euro 17,50). La vita avventurosa di due dei più grandi spadaccini di tutti i tempi, completamente dimenticati nel nostro Paese, è diventata un romanzo. Con una narrazione mai fuori misura Geminello Alvi ridona carne e sangue a due fratelli che furono quasi dei Castore e Polluce moderni.
SE VI FOSSE SFUGGITO
La vita sessuale della donna brutta di Claudia Tajes (Cavallo di ferro, pagg. 139, euro 14). Saggio tragicomico di vita vissuta scritto con garbo e humour da una delle autrici brasiliane più lette che approda per la prima volta in Italia. Da ricordare soprattutto un motto: «La donna brutta è uno stato d’animo».
DA COMODINO
Diciannove minuti di Jodi Picoult (Corbaccio, pagg. 616, euro 19,60). In diciannove minuti si possono fare moltissime cose: vedere una sit-com, lavare la macchina, ordinare una pizza, oppure irrompere nella propria scuola e massacrare i compagni di classe. La Picoult indaga, in un romanzo al cardiopalma, la genesi di quei baby killer che terrorizzano l’America. Lo fa senza moralismi e scavando a fondo nella crudeltà adolescenziale. Per comodini che non vogliono sonni tranquilli.
DA TASCA
Parigi fantasma di Louis-Sébastien Mercier (Medusa, pagg. 61, euro 9). Mercier è uno dei più incredibili e visionari scrittori francesi a cavallo tra il ’700 e l’800. In questo saggetto traccia un bellissimo affresco della parigi pre-rivoluzionaria. Per taschini di seta che rimpiangono parrucche e carrozze.
DA CESTINO
Chic girl. Guida allo stile per teenager al top di Lucia Corna e Nadia Beretta (Sperling & Kupfer, pagg. 310, euro 15). Una ragazzina ha la sua dose di insicurezze, di tumulti ormonali. Mancavano solo due esperte di fashion vogliose di comminarle il colpo di grazia.