«Lo sognavo da piccolo, volerò nello spazio»

«Un sogno che avevo da bambino che si trasforma in realtà», dice il milanese Paolo Nespoli, membro dell’equipaggio «Esperia», che martedì prossimo decollerà da Cape Canaveral per raggiungere lo spazio. La missione dello shuttle, guidata da una donna, è quella di agganciare alla stazione spaziale internazionale il Nod2, un pezzo di sofisticata tecnologia aerospaziale di fattura «milanese». Le tre aziende che lo hanno progettato hanno infatti sede a Milano. Il lancio, fissato per le 17.38 verrà seguito in diretta dal Planetario civico, dove per l’occasione è stato organizzato un ciclo di incontri destinati ad esperti, appassionati e famiglie, con collegamenti dal Kennedy Space Center e immagini concesse dalla Nasa Tv. Esperti commenteranno il decollo, l’atterraggio e la complessa operazione affidata a Nespoli, che dovrà assemblare i vari moduli.