Il «Sogno» shakespeariano tra magie e matrimoni

Da domani al 5 agosto il Globe Theatre di Villa Borghese ospita lo shakespeariano Sogno di una notte di mezza estate nella versione scenica di Riccardo Cavallo. Traduzione di Simonetta Traversetti. La notte di mezz’estate è una notte magica e il titolo ne svela subito l’atmosfera onirica, irreale anche se, come viene precisato, la notte in cui si svolge gran parte dell’azione è quella del calendimaggio, la celebrazione del risveglio della natura in primavera. Tre mondi si contrappongono: il mondo della realtà (quello di Teseo, Ippolita e della corte), il mondo della teatrale (gli artisti che si preparano alla rappresentazione) e il mondo della fantasia (abitati da ombre e spiriti). Inizio spettacolo ore 21.