«Una sola moschea e la città sarà più sicura»

Roberto Formigoni ritiene inevitabile la costruzione di una moschea a Milano. Spiega che deve essere la comunità islamica a individuare il luogo, procurare il terreno e fare la richiesta ma sul principio non ha dubbi: «A nessuno che chieda un luogo in cui pregare si può rispondere di no».

Presidente, perché un cattolico vuole una moschea a Milano?

«Io non voglio nessuna moschea. Dico solo che se la comunità islamica fa richiesta di avere un luogo di culto definitivo che non sia l’obbrobrio di viale Jenner, che dà fastidio all’intero quartiere, noi siamo un Paese occidentale e tra i nostri valori c’è la libertà di culto.
Rispettate tutte le garanzie, spetta alla comunità islamica farne richiesta e individuare la possibile o le possibili collocazioni della moschea». (...)