Solana: l’Iran non collabora

In attesa del ricorso dovrà rimanere in carcere

La cooperazione di Teheran per trovare una soluzione alla questione nucleare iraniana è insufficiente. Lo ha detto l’alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune per l’Unione Europea, Javier Solana, dopo un incontro a Bruxelles con il ministro degli Esteri iraniano Manouchehr Mottaki. «A Mottaki ho detto che l’Unione Europea è pronta ad accettare programmi nucleari pacifici nel quadro del trattato di non proliferazione (Tnp)», ha affermato Solana, e ha aggiunto «che per il momento la cooperazione delle autorità iraniane non è sufficiente». Sulla proposta russa di compromesso Solana ha riferito che «se i termini delle trattative tra Mosca e Teheran sono cambiati», l’Ue «dovrà analizzare con precisione questi cambiamenti». Mottaki, dal canto suo, ha detto che «il know-how sul nucleare appartiene a tutti gli esseri umani, altrimenti si crea un apartheid inaccettabile». Il ministro ha ribadito che l’Iran ha «diritto a uso pacifico» del nucleare, confermando che «non ci sono indicazioni» sul fatto che intenda usare tale programma per fini militari.