Solare Moduli al «film sottile» per il 15% di energia in più

II gruppo Pramac sviluppa, produce e commercializza a livello mondiale gruppi elettrogeni per la generazione di energia elettrica e opera nel settore dei macchinari per la movimentazione logistica interna. La società, inoltre, è attiva nel settore delle energie alternative e in particolare del fotovoltaico.
Oggi il gruppo Pramac, presieduto da Mario Campinoti e guidato da Paolo Campinoti, è costituito da 35 società dislocate in 21 Paesi, impiega circa 750 dipendenti e opera attraverso sei stabilimenti produttivi, di cui uno in Italia (a Casole d’Elsa, nel Senese) e cinque all’estero (Spagna, Francia, Cina, Svizzera e Usa), controllando una rete distributiva composta da 26 filiali commerciali. Nel luglio 2007 il gruppo Pramac, con l’obiettivo di consolidare ulteriormente il proprio processo di crescita e di espansione, si è quotato sull’ex Mercato Expandi, oggi Mta, di Borsa Italiana.
Dalla fine del 2007 questa società è inoltre attiva nel settore delle energie alternative e, in particolare, del fotovoltaico, grazie alla controllata svizzera Pramac Swiss che, nel nuovo impianto del Canton Ticino, inaugurato il 23 luglio scorso, ha iniziato a produrre moduli fotovoltaici di ultimissima generazione, a «film sottile», denominati Pramac Luce Micromorph. Si tratta di una tecnologia innovativa che permette di realizzare un prodotto a costi inferiori avendo, contemporaneamente, un rendimento maggiore: i moduli al «film sottile», infatti, producono fino al 15% in più di energia su base annua rispetto ai pannelli tradizionali.