Soldati con l’orecchino salvavita

È tutto pronto per il soldato-Robocop dell’Esercito. I primi prototipi del programma sono in fase di sperimentazione. I nuovi militari saranno completamente hi-tech: saranno «invisibili» al nemico, computerizzati, dotati di armi sofisticate e Gps. Era da tempo che l’Italia lavorava a questo programma. Tra le novità dell’equipaggiamento c’è «l’orecchino salvavita», che comunica con le retrovie: in questo modo, il comando e gli altri militari in azione potranno conoscere in ogni momento se il soldato è vivo e sta bene.