Soldato Usa condannato a 18 anni per l'omicidio di 3 iracheni

Fort Campbell - Un soldato americano è stato condannato a 18 anni di carcere per l'omicidio di tre iracheni nel corso di un raid contro una presunta base di al Qaida in Irak. Il soldato William Hunsaker, 24 anni, si è riconosciuto colpevole di omicidio, di tentativo di omicidio e di intralcio alla giustizia, nel corso di un'udienza che si è tenuta a Fort Campbell, nel Kentucky. L'accusa di minacce di morte verso un altro soldato è stata abbandonata nel quadro di un accordo col tribunale. Hunsaker fa parte dei quattro soldati perseguiti per il pluriomicidio commesso dopo una operazione contro il complesso chimico di Muthana, vicino a Samarra, a un centinaio di chilometri a nord di Bagdad.
I soldati hanno dapprima affermato di aver sparato sui loro prigionieri perché stavano tentando di fuggire. Poi hanno riconosciuto di aver inventato questa versione. William Hunsaker ha evitato l'ergastolo accettando di collaborare con il tribunale nel perseguire gli altri tre soldati coinvolti, ha detto il giudice militare Theodore Dixon. Il primo è stato condannato a nove mesi di carcere per aggressione armata. Gli altri due saranno processati nei prossimi mesi.