Soldi ai «volontari» che fanno il tifo per il Pd

(...) in Regione, che grazie a un accurato lavoro insieme ai loro collaboratori, hanno trovato anche le risposte. I «progetti» finanziati sono diversi, ma tra i proponenti torna spesso una «coincidenza»: oltre al progetto benefico, le stesse associazioni hanno organizzato eventi e appuntamenti a favore dei candidati del Pd alle regionali. A partire dal presidente Burlando. Adesso i loro progetti vengono aiutati con i soldi dell’ente.
Rosso e Garibaldi passano in rassegna i casi e che hanno passato in rassegna la delibera. La Società operaia di mutuo soccorso della Castagna ha ricevuto un finanziamento di 5.333 euro. Pochi mesi fa, giovedì 18 marzo 2010, organizzava una cena per la candidata del Pd Roberta Morgano. L’Associazione Generale Operaria di mutuo soccorso invece di euro dalla Regione ne ha ottenuti «solo» 2.706. Probabilmente venerdì 5 marzo 2010, l’incontro che aveva predisposto alle ore 18, sempre per sostenere la candidata Morgano, non aveva avuto lo stesso successo. Il capogruppo Pdl Matteo Rosso non perde di vista altre associazioni chiaramente schierate che hanno ottenuto iol loro contributo: «Altri 3.845 euro sono stati destinati al Circolo Arci di Sant’Olcese S.M.S. di Manesseno, mentre alla S.O.M.S. Pace e Lavoro fra Ambo i Sessi di Vado Ligure, che sul profilo di Facebook tifa per Travaglio, la Regione ha destinato 9.020 euro. Stessa cifra è stata destinata alla Società Operaia Democratica di Mutuo soccorso di Nervi che ad aprile organizzava degli incontri dal titolo “Combattevamo per la libertà. Testimonianze di Partigiane.” Tutti politicamente corretti».
Ma quella che Rosso e Garibaldi considerano la vera «chicca» riguarda lo stanziamento più importante della delibera: 12.787 euro tutti insieme. Sono andati alla Società Operaio di Mutuo soccorso di Oneglia. Meritorie le sue opere sociali. E meritorio anche il fatto che il 21 gennaio 2010, giorno dell’inaugurazione del point elettorale di Burlando ad Imperia, la società organizzava alle ore 15 l’incontro ufficiale di Burlando, candidato alla presidenza della Regione Liguria, con i soci dell’associazione.
«Tutto lecito e legittimo - concludono Rosso e Garibaldi - Ma come disse un famoso politico italiano, a pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca». E a offrire motivi di riflessione nuovi ci pensa lo stesso Burlando, che aveva detto di non poter più finanziare il festival di Sanremo sempre per la solita storia del governo cattivo che non gli dà i soldini. Giusto ieri, ancora su iniziativa dell’assessore Berlangieri, la stessa Regione ha però stanziato 110mila euro per il Premio Tenco, sempre a Sanremo. Il presidente Burlando è pregato di suggerire il modo di pensare bene.