Soldi all’immigrato rimasto disoccupato che torna a casa

Ti pago se te ne vai. L’assessore all’Assistenza sociale della giunta leghista di Spresiano (Treviso) propone un bonus di 2mila euro agli immigrati disoccupati disposti a lasciare il paese anziché «pesare» sulle casse comunali. È una proposta-provocazione, secondo l’assessore Manola Spolverato, per far fronte al bilancio sempre più risicato del Comune e alla crisi economica. «Siamo disposti a dare 2mila euro a famiglia purché vadano altrove: ci costa meno che garantire i contributi economici per il pagamento di affitto, utenze, alimenti e cure mediche alle famiglie in difficoltà - ha spiegato l’assessore -. Non è possibile che il Comune si trovi costretto a mantenere a proprie spese gli immigrati che, pur avendo perso il posto di lavoro, continuano ad avere il permesso di soggiorno valido». Secondo l’assessore, ridurre i flussi in entrata può far calare i disoccupati, ma è necessario aumentare i flussi in uscita per chi è costretto a vivere di stenti.