Soldi facili per gli extra: hashish e libri

Mi chiamo Giuliana e studio Scienze politiche a Padova. La prima volta è stata con un’amica, anche lei studentessa. Sfogliando un giornale di annunci ci siamo dette: «Perché no? Soldi facili per tutti gli extra a cui non provvede la famiglia, dai libri ai dischi, all’hashish, alle uscite con gli amici nel fine settimana. Un tempo i ragazzi offrivano tutto: pizza, cinema e ingresso in discoteca. Oggi c’è parità assoluta, in un fine settimana ti possono partire anche 200 euro e non sai neppure come li hai spesi. La tecnica è facile. Si prende un secondo numero di cellulare, si scelgono i giorni disponibili nell’arco di un mese. E nell’annuncio scrivi: solo per oggi oppure ogni giovedì. Paura? Qualche volta, ma se non conosco il cliente do sempre appuntamento in un posto affollato. Una volta incontro un tipo a Venezia. Mi aspetto un padre di famiglia timoroso e arriva un ragazzo bellissimo. Mi dico: e adesso come faccio a non innamorarmi? Semplice: aveva solo fantasie di sottomissione, una noia mortale.