Il «Sole» attacca: con Prodi «deriva sudamericana»

da Milano

Sole 24 Ore ai ferri corti con il governo Prodi. Il principale quotidiano economico italiano ha riservato ieri un micidiale uno-due al premier e alla sua maggioranza di governo. In un commento di prima pagina ha preso di mira le dichiarazioni del presidente della Camera Fausto Bertinotti sulle condizioni del capitalismo italiano. Nell’articolo di fondo ha invece attaccato tutta la strategia di interventismo economico dell’esecutivo. A proposito di Bertinotti si parla di «deragliamento nei toni», mentre le recenti prese di posizione sulle vicende Telecom e Autostrade-Abertis vengono descritte come frutto di una «deriva sudamericana dell’Italia. Di un Paese che ha preso il vezzo delle ingerenze politiche nel mercato, che non esita a cambiare le regole 9in corso di partita».
Tra poco più di un mese, conclude il giornale «ricorrerà il primo compleanno del governo Prodi. Aveva vinto promettendo di fare dell’Italia un Paese normale e protagonista in Europa, almeno finora ha sortito l’effetto opposto». Il nostro governo, prosegue il quotidiano, «è stato insuperabile nel dare di sè l’immagine della nave senza nocchiero e senza rotta precisa».