Solidarietà bipartisan L’allarme di Maroni: «Massima attenzione»

RomaI messaggi di solidarietà a Belpietro non si contano, a partire dal ministro dell’Interno, Roberto Maroni, che rivela: «Ci sono stati altri episodi nei giorni precedenti e stiamo prestando la massima attenzione perché non succedano cose che abbiamo già visto anni fa e che non vogliamo che si ripetano». E il viceministro Roberto Castelli ricorda «con grande preoccupazione che anche all’inizio degli anni di piombo, fra i primi bersagli ci furono i giornalisti». Messaggi da tutti i membri del governo e dai vertici del Pdl e dei gruppi parlamentari, da Cicchitto a Gasparri, da La Russa a Matteoli. Ma al direttore di Libero giunge la solidarietà anche di politici non certo «amici», come il segretario del Pd Pierluigi Bersani, che gli esprime «vicinanza», condannando «con ferma determinazione» la violenza; o il leader dell’Udc Casini che lancia «un appello per abbassare immediatamente i toni dello scontro; o come il presidente della Camera Fini, solidale con Belpietro nonostante i rapporti tesi a causa dell’inchiesta sulla casa di An a Montecarlo. «Nulla - dice - può consentire non certo di giustificare ma nemmeno di minimizzare o ignorare un episodio gravissimo e inquietante quale quello che lo ha coinvolto». Anche Walter Veltroni è solidale con Belpietro: «C’è un clima che qualcuno vorrebbe irrespirabile». In molti non nascondono il timore di un ritorno al clima degli anni ’70. Luciano Violante si dice preoccupato per il «momento di debolezza della politica» e parla di «schegge terroristiche». Per il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, «è un fatto gravissimo che trova la sua origine in un clima teso, dai toni arroventati, non consono a logiche democratiche, che può portare a gesti inconsulti». «Piena solidarietà al direttore Maurizio Belpietro» da parte del sottosegretario Daniela Santanchè e «profonda preoccupazione per il clima torbido e violento». Il presidente del Copasir Massimo D’Alema esprime solidarietà «al collega Belpietro» ma esclude la possibilità di «un ritorno agli anni di piombo». «Esprimo la mia solidarietà e quella di tutti i milanesi - dice il sindaco di Milano Letizia Moratti - a Belpietro, giornalista combattivo e coraggioso». «Spero - le fa eco l’omologo di Roma Gianni Alemanno - che ci sia una risposta adeguata da parte di tutto il mondo politico e della comunicazione, di piena solidarietà e senza i soliti distinguo». Messaggi al direttore di Libero anche da molti presidenti di Regione, da Cota a Scopelliti, da Formigoni a Polverini.