La solidarietà dei lettori a Feltri / 1 - Leggi i messaggi

Caro Feltri,  chissenefrega della sospensione dell'Ordine. Forza, non può smettere proprio ora.
Ferdinando Parisella
Latina

Caro Vittorio, ti scrivo così,  come ad un caro amico, quello che ogni giorno incontri e se non lo incontri gli telefoni per il bisogno di sentirlo. Ogni sera, dopo avere cenato, accendo la mia deliziosa sigaretta e mi dedico  con gusto alla lettura del tuo commento quotidiano, un  appuntamento  atteso  e che mai mi delude. Ti leggo con il piacere di  scoprire ogni volta che "mi esprimi" come nessun altro. Sei il mio giornalista, la mia voce e a volte anche la mia risata quando la staffilata arriva come folgore. Tre mesi?... Saranno
lunghissimi,  ma passeranno,  e al temine  della  "quarantena" ci ritroveremo uniti dalla tua penna felicemente moltiplicati! Non ti curar di loro, chè son piccini
Sonia Filippini
e-mail

Caro Vittorio, i mediocri formano il codazzo e non fanno la Storia. I leaders vengono imbavagliati e zittiti. Il loro silenzio però è assordante. Ricordati di Carducci. Contestato dagli studenti all'Università di Bologna al grido: "abbasso Carducci, abbasso Carducci, egli rispose: "Non è colpa mia se la Natura mi ha posto così in alto".
Antonio Crisci
e-mail

Caro Direttore Feltri, non si preoccupi se un regime schifoso le impedisce di scrivere per qualche mese. Per me, e sono sicuro per tanti, è come se Lei scrivesse tutti i giorni. I suoi articoli sono verità sacrosante e, per questo, li ho conservati quasi tutti, li rilegerrò in quanto sono sempre attuali.
Leonardo Cecca
Rivalta (Piacenza)

Direttore siamo con Lei, ma non si butti in politica.
Coridio Grasso
Roma

Sig. Direttore. Solo per darle anch'io tutta la solidarietà e vicinanza
possibile.  Ricordo, insieme a Lei, che  Giovannino Guareschi, uno dei pochi uomini da me stimati nella mia ormai lunga vita, scrisse: "A volte per essere liberi, bisogna andare a finire  in prigione".
Giuri  Risso
e-mail

Super Vittorio, non mollare di un millimetro! Tu sei la nostra voce e per solidarietà, mi autocensuro per tre mesi non avendo più  alcun dialogo con certi bolscevichi che conosco.
Giampiero Pilloni
e-mail

Egregio direttore, la prego di accettare la mia incondizionata stima e la massima solidarietà per il divieto vile e ignobile a cui è stato sottoposto. 
Alfio Romeri
e-mail

Egr.dott. Feltri ,sono un suo lettore da una vita,essendo come lei bergamasco, le sono vicino per quanto le è capitato,
Elio Marziali
Bergamo

Mi rattrista il provvedimento di sospensione del Direttore Feltri. Solo uno degli esempi di doppiopesismo e di metodo stalinista che colpisce sempre e solo la stampa di destra. Spero che il Direttore trovi il modo di raccontarci la verità di questa Italia.
Maria Ciancio
e-mail

Esprimo la mia solidarietà per l'ingiusta sospensione inflitta al Direttore Feltri
Alfredo Garofano
Legnano (Milano)

Feltri deve continuare a scrivere! Cancellazione dell'Ordine dei giornalisti!
Pierangela Bargiggia
e-mail

Ho scritto all'Ordine dei giornalisti per protestare contro la sanzione
inflitta al Direttore Vittorio Feltri. La mia mail non è stata recapitata

perchè non certificata. Così l'ordine si trincera e non riceve le proteste. Esprimo in ogni caso tutta la mia solidarietà al Direttore e proporrei che tutti i giornalisti del vostro quotidiano da ora in poi firmassero i vari articoli col loro nome e cognome seguito da un "x Vittorio Feltri".
Giuseppe Manno
e-mail

Caro Vittorio,tin a bota,dicono a Modena,cioè non mollare.Ti ho sempre letto anche quando dirigevi IL Carlino,apprezzando il tuo stile di esporre le cose, con sincerità e oculatezza. Io odio i voltagabbana,da quando ho visto il Montanelli osannato dalla sinistra Vasco Bernini
Modena

Caro Dr. Feltri, mi unisco alle migliaia di Suoi lettori e lettrici per
manifestarLe tutta la mia solidarietà e simpatia. Mi piace come uomo, come professionista serio, come voce libera e senza giogo dei padroni, insomma mi piace e mi è piaciuto tanto da mandarmi in sollucchero, quella sera con la sinistrorsa  Bignardi. Non mi chiamo Elisabetta però Lei mi piace anche se non ha appartamenti a
Montecarlo.
Patrizia Ballarin
Lido di Venezia

Non bastano tutte le trasmissioni televisive anti governative, sulla Rai. Non bastano tutte le testate giornalistiche anti Berlusconi.  Quindi bisogna zittire anche una delle poche voci fuori dal coro, quella autorevole di Vittorio Feltri, poi parlano di democrazia, ma andate al diavolo.
 Ugo Doci
e-mail

Egregio Direttore Feltri, sono amareggiato per l'ingiusta sanzione inflittole dall'Ordine dei giornalisti inutile, pleonastico e, in questo caso, esagerato. Direttore, non faccia mancare i suoi eccellenti editoriali, i lettori hanno desiderio dissetarsi alla fonte fresca e cristallina delle notizie che Lei, giornalmente, fornisce con eleganza e fair play. Non si preoccupi perché la gran parte degli italiani la sostiene e aspetta che finiscano i tre mesi di infamia.
Francesco Olita
Pescara

Caro Dott. Feltri  molli l'Ordine  e continui a farsi sentire in questo paese dove i meno continuamente strombazzano false o meschine verità....fino alla nausea. La mia stima e solidarietà !
Lino Fornari
e-mail

A Lei, Vittorio Feltri, e a tutta la redazione il mio grazie per la grande
battaglia di libertà che con molto coraggio portate avanti. Feltri non mollare mai. Abbiamo bisogno dei tuoi scritti.
Marco Mascardi
e-mail

Permettimi di esserti vicino in questo  momento triste per la "vera" libertà di stampa. Le opinioni possono essere le più diverse e contrastanti, a volte non ho apprezzato certe tue elucubrazioni o giudizi un po' affrettati e, vedi caso Boffo, non ti ho seguito nella tua "interpretazione", e lo affermo da lettore e sostenitore del quotidiano "Avvenire", ma mai e poi mai è venuta meno la profonda stima e riconoscenza verso la tua grande professionalità di libero giornalista e opinionista anche scomodo. Ne esistessero tanti altri... Per quanto possa servire, hai il mio personale appoggio e tanta ammirazione.
Luca Varese
e-mail

Egr. dottor Feltri, esprimo la mia incondizionata  solidarietà, con stima e simpatia.
Giuseppe Pallini
Siena

Amatissimo e impagabile direttore Feltri, ho prima di scriverle, tanto ero angosciata,rammaricata,arrabbiata e triste per questa odiosa e ingiusta vicenda che le sta capitando, che sicuramente avrei scritto cose orribili sull'ordine dei giornalisti. Mi auguro che ritorni da subito a scrivere. Sono tanti anni che leggo i suoi scritti e per me come per migliaia di atre persone Lei è senza dubbio la persona più onesta e leale. Un abbraccio sincero, e anche se non la conosco personalmente mi ritengo un'amica

Camelia Giuliano
e-mail

Sono da sempre con Feltri e non cambio certo idea se deve mancare per tre mesi. Mi dispiace non leggerlo, ma per assurdo, ritengo questo provvedimento, in un mondo di giornalisti a cui manca la libertà di espressione,  un onore. A presto
Maria Pia Spada
e-mail

Caro Direttore, che vuoi che ti dica? Coraggio! I fascisti Montanelli lo
arrestarono. Prima o poi i sinceri democratici lo faranno anche con noi tutti. Ormai è evidente. Ma guarda il lato positivo: ci scambieremo le arance e, finalmente, potremo vivere un po' anche noi sulle spalle di qualcun altro.
Marco Marchionni
e-mail

Egregio Direttore, vogliamo esprimerLe  tutta  la nostra solidarietà e la nostra stima essendo scandalizzati  dal trattamento che l'ordine dei giornalisti Le ha riservato.
Levis Niero ,  Mirella Maritan
e-mail

Se ancora esiste la libertà, cosa di cui dubito e comunque a maggior ragione, voglio ed esigo di continuare a sentire  la voce libera, forte, competente, equilibrata, tagliente e seria del Direttore Dr. Vittorio Feltri. Signor Direttore, per quanto possa fare nel mio piccolo,  voglia considerarmi a Sua disposizione.
Gianfranco Carlino
e-mail

Sig. Feltri, dopo Indro Montanelli,  è Lei il miglior giornalista. Tenga  duro e presto leggeremo i suoi editoriali!  Grazie per tutto quello che lei  ha fatto sinora.
Paola Sorrentino
e-mail

Si riposi e trascorra liete feste natalizie con i suoi cari, perché poi voglio legger ancora i suoi editoriali graffianti e "più belli che pria!
Giulio Mantovani
e-mail

Gent.mo direttore Vittorio Feltri,  esprimo la mia personale solidarietà alla sua professione colpita da un ordine dei giornalisti ingiusto e fazioso
Francesco Dragotta
Milano

Caro direttore, esprimo la mia convinta e totale solidarietà nei confronti del grande giornalista Vittorio Feltri.Forza Vittorio ! Non farti intimorire dal bavaglio che vogliono importi i sepolcri imbiancati dell' Ordine dei giornalisti.
Sebastiano Cubeddu
e-mail

Egregio Dott.Feltri, la più ampia e sincera solidarietà da parte di un suo lettore ed estimatore contro il sinedrio della sua categoria. Resista e dia una mano ai propositi di abolire il fascistissimo Ordine.
Massimo Squartini