«Solidarietà e condivisione l’anima più viva della città»

Un invito alla solidarietà e alla condivisione. Questo il senso profondo del messaggio diffuso ieri dal cardinale di Milano. Dionigi Tettamanzi ha espresso cordoglio e dolore per la tragedia di via Lomellina 7 che è costata la vita a quattro persone tra cui un bambino. Il cardinale si è stretto in particolar modo al dolore dei famigliari delle vittime. «Addolora in particolare - si legge in una nota inviata dal responsabile dell’Ufficio comunicazioni sociali della curia milanese, don Gianni Zappa - la morte del piccolo Francesco di solo 7 anni. Il Padre Celeste li accolga nella sua pace e dia consolazione a coloro che li piangono. La tragedia che è accaduta ha colpito il cuore della città e moltissimi si sono stretti intorno a coloro che ne sono stati vittime. Questo ci porta a rimarcare che i sentimenti di solidarietà e condivisione sono l’anima più viva e nobile della nostra città».