Solidarietà al parroco aggredito da sbandati

Messaggi di solidarietà al parroco di sant’Erasmo a Quinto, don Giuseppe Cavalli, aggredito nella sua chiesa da balordi e adesso in preda alla paura di restarvi da solo. Dopo la denucnia del Giornale tra i messaggi di solidarietà gli è arrivato quello del capogruppo di Alleanza Naizonale in Regione, Gianni Plinio, che gli ha inviato una lettera. «Non è consentibile - scrive Plinio - che, come ha denunciato il Giornale un anziano sacerdote possa essere impunemente aggredito e derubato all’interno della propria chiesa. Episodi analoghi mi risulta che fossero già accaduti in una zona assai a rischio come quella del Centro storico, ma è la prima volta in un quartiere considerato realativamente tranquillo come Quinto».
«Questi - aggiunge - sono gli effetti delle politiche di indulto e di tolleranza a favore dei delinquenti messi in atto dal Governo nazionale e mutuate dalla stessa giunta comunale di sinistra che non ci risulta abbia mai voluto corrispondere alle richiste di sicurezza che provengono indistintamente da tutti i cittadini genovesi. Occorre tenere assai alta la guardia e sono certo che, ancora una volta, grazie all’intervento fattivo delle nostre forze dell’ordine, a Don Cavalli e ai fedeli di Quinto saranno garantite le misure di sicurezza necessarie».