Solidarietà Sorrisi e regali per i bambini dell’Umberto I

Amore e solidarietà primeggiano nella capitale alle soglie del Natale, rendendo la festività cristiana ricca di un significato che, sempre più spesso è costretto invece a lasciar spazio a uno sterile consumismo. Ma stavolta, fortunatamente, non è andata così. Il policlinico Umberto I è stato l’emozionante palcoscenico di generosità, dove ieri mattina, davanti a un bagno di folla, il sindaco Gianni Alemanno, accompagnato dal suo delegato per le Asl, Adolfo Panfili, e da numerosi personaggi del mondo sportivo e dello spettacolo, ha fatto visita ai piccoli pazienti del reparto di oncologia pediatrica, terapia neonatale e chirurgia del nosocomio universitario. Sono gli stessi bimbi che nei loro lettini accolgono, in fibrillazione e sorridenti, dalle mani del capitano della Roma Francesco Totti e da quelle del presidente della Lazio Claudio Lotito e dei fuoriclasse della società polisportiva biancoceleste Emilson Sanchez Cribari, Lorenzo De Silvestri e Mobido Diakitè, doni come peluche di elefanti e orsacchiotti, giocattoli e, infine, calendari dove i soggetti fotografati sono gli animali.
Un entusiasmo che cresce e traspare dagli sguardi dei pazienti quando gli attori di svariate commedie brillanti Massimo Boldi e Pino Insegno varcano l’ingresso dei reparti, regalando risate e buonumore anche ai medici della struttura ospedaliera romana e alle famiglie dei giovani degenti. Che si illuminano di speranza, facendo esplodere applausi scroscianti, quando Alemanno consegna ai medici del reparto di oncologia pediatrica, Fabio Midolla e Corrado Moretti, un assegno del valore di 30mila euro per l’acquisto di uno spirometro, uno strumento per la misurazione dei volumi polmonari e di altri macchinari per lo studio delle patologie respiratorie.
«Un gesto reso possibile - sottolinea il primo cittadino - grazie a delle iniziative di beneficenza, frutto di fondi privati e non pubblici, in cui i cittadini hanno dato vita a una vera e propria gara di generosità a favore della sussidarietà sociale. Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, regalando un sorriso ai bimbi che sono l’emblema di quello che bisogna fare nella Sanità e constatando, al tempo stesso, che all’interno del policlinico Umberto I sono presenti dei reparti di eccellenza e ad altissimo livello tecnologico. Ora - conclude Alemanno - dobbiamo sfruttare le potenzialità di ogni singolo reparto con una ricostruzione della struttura, sita nel cuore della capitale, che ne decreterà l’eccellenza anche a livello internazionale».
Ad affiancare il sindaco capitolino nel suo viaggio di solidarietà all’interno dell’ospedale, due partner importanti: American Express, rappresentata dal suo country manager in Italia Massimo Quarra, e Fulvio Italiano, amministratore delegato della Matarazzo holding. «Sono 87 le famiglie del comune di Roma che abbiamo aiutato finora - dice Italiano - e siamo onorati di aiutare le istituzioni in queste importanti iniziative di sostegno sociale. Auguro un felice Natale a tutti i bimbi del policlinico e alle loro famiglie a cui abbiamo fornito cento buoni di “Family box”, che contengono al loro interno tutto l'occorrente, per il sostegno dei piccoli, come omogeneizzati, creme e pannolini, che incidono notevolmente sulle spese quotidiane».