SOLIDARIETÀ

Chi non si ricorda l’attore americano Robin Williams nella sua fenomenale interpretazione del medico-clown «Patch Adams»? Quel film non era stato solo un fenomeno estemporaneo, ma un mezzo di conoscenza per il grande pubblico di un approccio tanto alternativo quanto utile per la guarigione dei bambini. Ecco dunque una speciale dose di allegria per i piccoli ricoverati dei reparti pediatrici di due importanti ospedali milanesi: il Buzzi e il De Marchi. La terapia del sorriso sarà il modo in cui si cercherà di allietare le giornate dei bimbi che, per motivi di salute, quest’estate non potranno recarsi né al mare né in piazza del Cannone.
Ce questa la grande novità, fortemente voluta dall’assessore Giovanni Bozzetti, per l’edizione di quest’anno di «Vacanze a Milano». Durante le passate manifestazioni estive erano stati visitati dai «medici del sorriso» circa dieci ospedali della città: stavolta, invece, dietro precisa richiesta dei primari dei reparti pediatrici, verrà privilegiata la continuità e la durata di ogni seduta. Due soli istituti coinvolti, quindi, ma si prevede un maggior giovamento per i piccoli malati: meglio attuare un trattamento più approfondito piuttosto che incontrarsi in maniera sporadica con i «clown-dottori». Rischiando, quindi, di non ottenere buoni risultati. Al Buzzi ogni martedì dalle 14 alle 16 e al De Marchi il giovedì dalle 10 alle 14: questi gli orari della «clownterapia», tenuta da due animatori dello staff di «Vacanze a Milano» dal 23 luglio al 4 settembre. Buonumore assicurato tra gag e giochi di prestigio con siringoni giganti, palloncini e bacchette, tra un naso al pomodoro e parrucche multi-colori. Magari i problemi di salute dei bimbi non passeranno, ma perlomeno riusciranno a passare un po’ di tempo in allegria, senza sentirsi soli d’estate.